I personaggi

    Creare un personaggio, dargli un aspetto, una voce, un carattere, e un passato, è la cosa più affascinante che ho riscontrato scrivendo un romanzo. E anche la più importante visto che poi dovrà essere lui/lei a catturare l’attenzione dei lettori (così mi libero da parecchie responsabilità di ciò che scrivo…)

Seguendo alcune scrittrici italiane su Instagram, ho notato come queste facevano dei veri e propri “casting” nel tentativo di affibbiare un volto al protagonista del loro romanzo, proponendone diversi tra modelli e attori famosi ai loro followers, e valutandone la preferenza.

Così, prendendo spunto da loro – bravissime, tra l’altro – ho fatto il “casting” anche io.

Per il mio primo romanzo, la scelta è stata unanime – tra me e me stessa – ed è caduta su David Gandy. Per conoscerlo meglio e riuscire così a far vivere il mio protagonista, ho studiato David un po’ più da vicino, nel senso che non mi sono limitata a sbavare davanti alle sue fotografie, ma ho guardato tantissime sue interviste su Youtube e ho spulciato e memorizzato online tutte le news in italiano e inglese su tutto quello che ha fatto e che fa. David è una persona fantastica sotto ogni punto di vista! Umile (nonostante sia ricco), marito fantastico e meraviglioso padre di famiglia, discreto e senza lati oscuri, né scheletri nell’armadio. Insomma, l’Uomo Alfa, e punto!

Nel secondo romanzo, che sto ancora portando avanti, sono dovuta andare di nuovo  su internet e rifare il “casting” daccapo, per potermi liberare da David. Cosa che è risultata difficilissima.

All’inizio ho trovato il volto del mio protagonista in un attore, il mitico “Superman”, Henry Cavill. Solo che la storia non prendeva il volo. La trama andava, ma c’era qualcosa che non funzionava. Lui.

Alchè faccio altre ricerche e incappo in una foto di un modello sconosciuto. Era perfetto, ma non c’era scritto il suo nome, e così scrivevo con la sola idea di un volto senza carattere, senza voce, senza segni particolari che potessero aiutare la mia fantasia. Ho chiesto aiuto in un gruppo facebook che seguo, “Le Signore in Rosa” le cui amministratrici sono delle scrittrici di romanzi rosa e ottenere da loro, super informate e aggiornate, il nome del misterioso modello.

Grazie a loro, conosco il mio protagonista: è Justice Joslin (in foto) ex giocatore di football (quindi le donnine possono già immaginare il fisico di questa meraviglia) , attore e modello, classe 1987, alto 1,85, occhi azzurri…insomma, uno qualunque…Ah, e suona pure il basso in una band!

Ovviamente lo seguo su Instagram (sì, ci sono anche io tra i suoi cinquantasette mila e più dei followers) e ho fatto le solite ricerche, anche se su di lui info in giro ce ne sono ancora poche.

Ora però il mio protagonista è come se avesse preso vita ed è lui adesso a condurre i giochi nella storia che sto scrivendo. Ed è bravissimo, ve lo assicuro. Ma anche assillante…

È strano come un personaggio inventato diventa quella voce interiore che ti perseguita durante tutta la tua giornata, qualche volta anche la notte, prima che ti addormenti. Stai per chiudere finalmente gli occhi e niente, lui/lei si affaccia nella tua testa bacata e ti insulta per le stronzate che gli hai fatto fare, e che hai scritto. Spesso devo rivederle e correggerle.

Pensavo di essere io la pazza, ma poi ho chiesto in giro tra coloro che scrivono come professione, e a quanto pare non sono l’unica. Anche Dacia Maraini afferma qui (al minuto 4.30) che i protagonisti delle sue storie vanno a cercarla, bussano alla sua porta chiedendo cosa vogliono fare.

Fiuuuu…sospiro di sollievo…

Justice Joslin

E vabbè, avevo anche foto da vestito, ma sinceramente…

6 pensieri riguardo “I personaggi

    1. Ciao, ho dovuto cercarla su google perché come nome non mi diceva nulla. La conosco, ma non benissimo e controllando i suoi film non ho visto quasi niente di lei. Sono incuriosita su quest’ultimo che deve essere uscito ieri, “i molti santi del New Jersey”

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Terracqueo

MultaPaucis - Blog di Viaggi on The Road

QUADERNO DELLE RIFLESSIONI

quotidiana e disadorna introspezione letteraria

La Penna Prolissa

Lascia parlare le emozioni.

Come cerchi nell'acqua

ogni pensiero, azione, parola si propaga nello spazio....

Di amore, di morte e di quel che si voglia

Scrivere che passione, perché orco cattivo non lo si nasce, ma lo si diventa.

Whisky Cigar and workout

Prima il dovere poi il piacere

Debbie_soncini

Viva la Vida

Marisa Moles's Weblog

Le idee migliori sono proprietà di tutti (Seneca)

Il suono della parola

blog dedicato a Guido Mazzolini

La scrivania letteraria

di Giulia Coppa: scrittrice, editor, consulente letterario

wwayne

Just another WordPress.com site

solitaMente

Rendere speciale ogni giorno che rimarrebbe il solito ....

civuoleunfiore

Per fare tutto ci vuole l'amore

Maraina in viaggio

Ho visto un posto che mi piace: si chiama Mondo

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Non è vero che sono invincibile, mi rompo in mille pezzi anche io...è solo che ho imparato a non fare rumore. *** Amami quando meno lo merito, che è quando ne ho più bisogno (Catullo) - Non sprecate tempo a cercare gli ostacoli: potrebbero non essercene. Franz Kafka —- Non è ciò che tu sei che ti frena, ma ciò che tu pensi di non essere. Denis Waitley -- Non c'è schiaffo più violento di una carezza negata

Aquila Non Vedente

Aquila e tutta la sua famiglia (compreso Bibùlo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: